per abbattere i costi del riscaldamento dell'acqua

Solare termico

Un sistema solare termico consente di convertire l’energia solare in calore, utile per la produzione di acqua calda per uso domestico o per supportare il sistema di riscaldamento di un edificio in modo sostenibile ed economicamente conveniente.

Grazie ai tanti incentivi esistenti oggi il solare termico rappresenta un’opportunità davvero significativa per le famiglie e le imprese che vogliano investire in tecnologie efficienti e sostenibili, abbattere i costi dell’energia, contribuire alla transizione energetica e alla riduzione dell’impatto ambientale.

Un impianto solare termico (specialmente se supportato dal fotovoltaico e da una pompa di calore) costituisce un passo importante nella direzione di quell’indipendenza energetica che è la principale mission di Ubisol.

Approfondimenti

schema funzionamento del pannello solare termico

UN VANTAGGIO PER TE E PER L’AMBIENTE

Come funziona?

Un impianto solare termico è costituito da due componenti principali: i pannelli solari e un serbatoio di stoccaggio per l’accumulo dell’acqua. 

Il pannello è coperto da un vetro, che permette alla luce solare di entrare. Sotto il vetro si trova una lastra di metallo (il collettore solare effettivo) incaricata di assorbire la radiazione solare e di trasferire il calore prodotto a un insieme di tubi serpentina nei quali circola un fluido portatore di calore. Il modo attraverso il quale un pannello solare termico mantiene e intrappola il calore al suo interno è simile a ciò che accade normalmente in una serra.

Il fluido che scorre nei tubi è una miscela bifasica (una soluzione di acqua e antifreeze) che circola all’interno del pannello solare termico, riscaldandosi grazie all’energia del sole intrappolata. 

Attraverso uno scambiatore di calore poi, il fluido cede il calore raccolto all’acqua stoccata in un serbatoio la quale, una volta riscaldata, viene inviata ai vari punti di utilizzo all’interno dell’edificio (come riscaldamento o acqua sanitaria).

Un impianto solare termico può fornire circa il 60% dell’energia necessaria per produrre acqua calda sanitaria.

E quando il sole non è sufficiente per riscaldare l’acqua? Non è un problema: in questo caso si può ricorrere al supporto di una caldaia tradizionale o ancor meglio (come avviene in tutti i paesi nordici) a quello di una pompa di calore che garantirà non solo il riscaldamento dell’abitazione d’inverno ma anche il suo raffrescamento d’estate.

Adottando queste soluzioni, si ha la garanzia di disporre sempre di acqua calda, riscaldamento e aria condizionata, beneficiando di un notevole risparmio economico e di importanti vantaggi per l’ambiente.

solare termico per il privato

Tutti gli incentivi per le famiglie

In Italia, le famiglie possono beneficiare di diversi incentivi e sgravi fiscali per l’installazione di impianti solari termici nel 2024. Questi incentivi mirano a promuovere l’uso di energie rinnovabili e migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni.

Conto Termico

Questo incentivo consente di recuperare il 65% della spesa sostenuta per l’installazione di impianti solari termici, sia per la produzione di acqua calda sanitaria che per l’integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale. L’incentivo viene erogato dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici) sotto forma di rate annuali da 2 a 5 anni, oppure in un’unica soluzione per importi non superiori a 5.000 euro. Non è previsto lo sconto in fattura, ma alcune aziende ESCo (Energy Service Company) offrono la possibilità di anticipare l’incentivo, consentendo al cliente di sostenere solo una parte della spesa​​.

Bonus Ristrutturazioni Edilizie al 50%

Oltre al Conto Termico, esiste il bonus ristrutturazioni che consente di detrarre il 50% delle spese sostenute per l’installazione di impianti a collettori solari. Questo bonus offre la possibilità di scegliere tra la detrazione dall’IRPEF in dieci rate annuali, la cessione del credito d’imposta a terzi, o lo sconto in fattura direttamente dal fornitore.

Ecobonus al 65% e al 50%

Include la detrazione del 65% o del 50% su IRPEF e IRES per alcuni interventi di riqualificazione energetica, tra cui l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda e sistemi di climatizzazione invernale con pompe di calore​​.

Per accedere a questi incentivi, è necessario soddisfare determinati requisiti, come la conformità dei collettori solari termici alle normative vigenti, la garanzia dei materiali, e l’esecuzione dei pagamenti tramite bonifico parlante. È inoltre richiesto di seguire specifiche procedure per la richiesta degli incentivi, inclusa la trasmissione di documentazione all’ENEA o al GSE entro i termini previsti.

solare termico per le aziende

Incentivi per le imprese

Per le imprese in Italia che intendono installare impianti solari termici, sono disponibili diversi incentivi e sgravi fiscali nel 2024:

Conto Termico 2024

Questo incentivo è volto a supportare imprese, privati e pubbliche amministrazioni nell’installazione o aggiornamento di impianti di riscaldamento e climatizzazione efficienti ed ecologici. Offre la possibilità di recuperare fino al 65% della spesa sostenuta, erogata in rate annuali da 2 a 5 anni o in un’unica soluzione per importi non superiori a 5.000 euro. Le imprese possono così ridurre i costi operativi e l’impatto ambientale​​.

Bonus Ristrutturazioni Edilizie al 50%

Consente una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per l’installazione di impianti a collettori solari, applicabile tramite dieci rate annuali o come sconto in fattura. È disponibile per proprietari, inquilini, e altri soggetti che sostengono le spese e sono intestatari dei relativi documenti​​.

Ecobonus 65%

Questo incentivo permette di detrarre il 65% delle spese per l’installazione di collettori solari che contribuiscono al riscaldamento dell’acqua e dell’abitazione. È importante che i collettori solari termici abbiano una garanzia di 5 anni, siano certificati e installati conformemente alle leggi vigenti. La domanda per ottenere l’Ecobonus va inviata all’ENEA entro 90 giorni dall’inizio dei lavori​​.

Modulo di contatto

Per avere informazioni sulle installazioni Ubisol, sui bonus statali, sui vantaggi e sulle tecnologie che adottiamo oppure per richiederci (senza impegno) un preventivo compila questo modulo e sarai presto ricontattato dai nostri operatori.

togliamo ogni dubbio

Le domande più ricorrenti (FAQ) sul solare termico

Se hai domande o dubbi sui pannelli e sugli impianti solari termici o su qualunque altro tema connesso ti consigliamo di parlare direttamente con gli operatori Ubisol attraverso i nostri contatti oppure di consultare qui sotto la sezione delle FAQ.

Quanto rende mediamente un pannello solare termico?

Naturalmente la resa di un pannello solare termico dipende da tanti fattori: ad esempio la posizione del pannello, la latitudine geografica, le condizioni climatiche, l’ora del giorno, ecc. Al di là di questi fattori (che cambiano di volta in volta ma che in Italia siamo particolarmente favorevoli) si può dire che mediamente in condizioni ottimali un pannello solare termico riesce a fornire in 80-130 litri di acqua calda alla temperatura media di 40°.

Anche in questo caso la risposta dipende dall’ambiente e dalle condizioni climatiche in cui il serbatoio si trova. In genere un serbatoio completamente freddo impiega circa 8-12 ore per scaldarsi, ma grazie alla coibentazione con cui è costruito è in grado di mantenere la temperatura dell’acqua fino a 24 ore anche in assenza di irraggiamento solare (ad esempio durante le ore notturne o nelle giornate di maltempo).

Il fatto che questo tipo di impianti sia fra i più diffusi in alta montagna e nei paesi nordici ne dimostra l’efficienza e la capacità di garantire l’approvvigionamento dell’acqua calda necessaria.

No, un impianto solare termico può essere usato sia per l’acqua calda sanitaria sia per il riscaldamento, in abbinamento a una caldaia a condensazione o a una pompa di calore.

La combinazione di solare termico e pompa di calore apporta enormi vantaggi economici, ecologici, di efficienza energetica dell’intero impianto e comfort, in particolar modo con un sistema di riscaldamento radiante.

Con un impianto solare termico ben progettato si può risparmiare fino al 30% sulla bolletta del gas per il riscaldamento e fino al 50% per la produzione di acqua calda sanitaria.